I Ciaraffas

images

Il sindaco di Solbiate Luigi Melis si affida a un collaboratore plenipotenziario che si chiama Vincenzo Ciaraffa, ex ufficiale dell’esercito e gestore unico delle iniziative propagandistiche del sindaco. La storia che vi raccontano è che questo lavoro viene svolto gratuitamente per puro amore di patria, ma ovviamente non è così.

Vincenzo Ciaraffa è il direttore di Echi Liberi, una rivista locale che si occupa di tuttologia. La scelta di stampare una rivista è in controtendenza rispetto alla situazione in cui viviamo, perché è sempre meno la gente che legge, ancora meno quella che compra riviste di opinione, ancora meno quella che lo fa in una realtà ristretta come quella della Valle Olona. Ma Vincenzo Ciaraffa non ha di questi problemi perché ha trovato un editore felice di affrontare questa scommessa editoriale investendo, si presume, diversi quattrini. Guarda caso l’editore è il sindaco di Solbiate, o meglio sua moglie, ma suvvia, che differenza ci potrà mai essere. Si tratta di un modo inusuale per ricompensare il suo collaboratore plenipotenziario ma sempre di un sistema di ricompensa si tratta. Echi Liberi si chiamava in origine Echi della Valle Olona, guarda caso lo stesso nome dell’annuale sfilata propaganditica che si svolge a Solbiate, sempre piena di stellette di militari e organizzata da Vincenzo Ciaraffa, cui il comune di Solbiate non ha mai fatto mancare il sostegno logistico ed economico. Sì certo, pagano gli sponsor, sempre soldi che si potevano utilizzare in modo molto più proficuo che non per sostenere le manie di grandezza di sindaco e plenipoteziario.
Ma non è finita qui perché le ricompense vanno molto oltre a queste. A suo tempo il comune di Solbiate ha dato mandato a uno studio legale di gestire la questione della riscossione della fidejussione di Swim Planet. La scelta è caduta su uno studio di avvocati (Moriggi di Gavirate) in cui lavorava Luigi Ciaraffa, guarda un po’, il figlio di Vincenzo.
In totale la somma dei compensi per prestazioni legali è arrivata a circa 100 mila euro (se non ci credete fate una scansione sul web per vedere l’elenco della collaborazioni esterne del comune), fino a quando Luigi Ciaraffa decide di lasciare lo studio Moriggi per aprirne uno suo, lo studio 2LC. Magicamente tutte le pratiche legali del comune passano a 2LC, e quindi direttamente a Luigi Ciaraffa (figlio di Vincenzo, ricordo). Da allora, circa un anno fa, allo studio sono arrivati quasi 50 mila euro dal comune di Solbiate, tutto senza gara di affidamento di incarico e senza niente altro che potesse entrare in un qualche contesto di libera concorrenza. Alla faccia della tanto osannata trasparenza di cui si vanta il sindaco Melis. Quindi probabilmente il consulente plenipotenziario non presta la sua opera gratuitamente, ma viene pagato profumatamente sebbene in modo trasversale. Ci diranno che è tutto legale, che si può fare, che siamo noi a essere in malafede. La situazione però è abbastanza chiara.
Mi sa che sentirete ancora parlare di 2LC su queste pagine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...